ROCCAT Kain 120 AIMO – Recensione

Roccat torna alla ribalta con un mouse da gaming molto interessante.

Roccat Kain 120 AIMO è il nuovo Mouse da Gaming firmato Roccat, un prodotto interessante sotto diversi punti di vista. Il packaging con il quale viene venduto è essenziale, come da marchio di fabbrica Roccat. All’interno della scatola trovate il mouse e il solito manuale di guida rapida, il costruttore bada alla sostanza e già questo è un ottimo punto di partenza. Il sensore utilizzato su questo dispositivo è un Owl Eye Sensor da 16.000 DPI, evoluzione del sensore ottico PixArt PMW3381 con un range ideale che va da 400 a 3000 DPI, ma che è in grado di garantire risposte ottimali anche al massimo della risoluzione consentita. Il mouse è disponibile nelle colorazioni bianco e nero, a seconda della vostra preferenza.

Roccat Kain 120 AIMO

Aspetto Esteriore

Una volta estratto dalla scatola, Roccat Kain 120 AIMO ispira subito comodità, soprattutto per chi ha mani grandi, vero e proprio toccasana in un momento in cui la moda dei mouse a fattore di forma ridotto sembrava condizionare pesantemente il mercato. Diciamo subito che non si tratta di un mouse per ambidestri (ha due pulsanti sul lato sinistro), le sue dimensioni sono 124 x 65 x 43 mm e il cavo USB rivestito in treccia è di lunghezza idonea a qualsiasi tipologia di build.

A seconda delle dimensioni della vostra mano, il mouse si rivela adatto a chi utilizza un’impugnatura palm grip, ma è comunque utilizzabile anche se preferite una fingertip o una claw, in base ai vostri gusti o alle vostre abitudini.

Roccat Kain 120 AIMO

I materiali sono di ottima fattura, abbiamo in tutto cinque pulsanti più rotella e illuminazione RGB a due zone. Le due zone di illuminazione sono in corrispondenza della rotella e del logo Roccat posto nella parte posteriore del mouse, mentre il tasto DPI non è illuminato nonostante sia trasparente. Il fattore di forma è lineare e arrotondato, non ci sono spigoli fastidiosi o bruschi cambi di linea che possano risultare fastidiosi nell’impugnatura.

Non sono presenti inserti in gomma, l’intera superficie del mouse garantisce un’ottima presa e, cosa decisamente gradevole alla vista, non risente dei classici segni delle impronte, rimanendo sempre perfetto.

Roccat Kain 120 AIMO

Esperienza di Utilizzo

Una volta collegato al computer, Roccat Kain 120 AIMO si dimostra un mouse molto versatile, adattandosi non solo alle lunghe sessioni di gaming con vari titoli fps come Doom Eternal o Overwatch, ma anche e soprattutto a un impiego da scrivania. L’impugnatura comoda e la grande sensibilità dei Titan Switch lo rendono un’arma performante sia quando si spara, sia quando si utilizza il cecchino: la precisione del sensore Owl Eye è incredibilmente efficace e la particolare configurazione degli switch permette di sparare con la stessa reattività premendo in ogni punto del tasto.

Il peso di soli 89 grammi lo rende agile, specialmente su un tappetino in alluminio. Anche sollevando il mouse non si hanno mai incertezze e scorrere tra i vari profili anche durante il gaming è fluido e molto semplice.

Roccat Kain 120 AIMO

Software

Se siete avvezzi all’utilizzo dei prodotti Roccat, conoscerete senz’altro il software Roccat Swarm, con il quale il produttore tedesco permette di interagire con i suoi mouse e tastiere. L’interfaccia del programma è semplice e accattivante e c’è tutto quello che dev’esserci a portata di mano. Possiamo modificare praticamente ogni parametro del Roccat Kain 120 AIMO, a partire dal valore dei DPI del sensore, la gestione dei profili macro (non abbiate paura di perdere la configurazione, Roccat ha inserito una memoria interna da 512Kb). Oltre ai cinque profili memorizzabili, è possibile cambiare i colori dei LED Aimo non solo con un colore fisso ma anche con i vari effetti disponibili.

Se installate la App Swarm sul vostro smartphone, avrete accesso alla sinergia tra lo smartphone e il software installato sul computer, in modo tale da avere a disposizione una sorta di “telemetria” per tenere d’occhio statistiche importanti come le azioni al minuto, gli errori commessi e il monitoraggio hardware. Personalizzare e configurare Roccat Kain 120 AIMO si è rivelato veramente semplice, il programma non pesa in maniera evidente sull’utilizzo di memoria e in pochi minuti si riesce letteralmente a “cucirselo addosso” come se fosse una vera e propria estensione della mano.

Roccat Kain 120 AIMO


Roccat Lain 120 AIMO ha tutte le carte in regola per essere un ottimo prodotto e l’esperienza di Roccat nel campo delle periferiche da gaming, lascia aperta ogni possibile porta per il successo. L’augurio che ci sentiamo di fare alla casa produttrice è di aver finalmente risolto i problemi di affidabilità che troppe volte in passato hanno fatto storcere il naso a tanti, preferendole altre marche. Il mouse che abbiamo provato è davvero bello e comodo da usare, viene venduto a un prezzo di circa 70 euro, ma siamo sicuri che, approfittando di qualche offerta lampo, si possa portare a casa anche con qualcosa meno. Certamente non stiamo parlando di un mouse economico, ma che si assesta perfettamente nel segmento di mercato in cui altri brand la fanno da padrone con mouse anche più costosi e magari poco adatti a chi ha mani grandi.

Caricamento in corso...