Atlantica Online – Anteprima Atlantica Online

Atlantica, sviluppato dalla Ndoors, prestigiosa software house coreana già produttrice di Goonzu Online, punta a diventare un titolo di riferimento per il mercato dei free to play, come lo è tuttora Goonzu in Corea. Questo titolo riprende la complessa struttura socio-economica di Goonzu in buona parte della sua forma ma, non solo mette delle pezze ai difetti che aveva Goonzu, bensì li trasforma in punti di forza. La grafica ed il combattimento, punti deboli del loro precedente titolo, in Atlantica diventano due punte di diamante che brillano nel panorama mmorpg odierno. Il combattimento infatti non è banale ma bensì è strutturato come un srpg (Gioco di ruolo strategico). Avrete a disposizione fino a 9 mercenari da utilizzare contemporaneamente in uno scontro a turni. I combattimenti potranno avvenire anche in party con capienza massima di 3 persone. Perciò una battaglia può avere in campo fino a 54 personaggi su schermo.
 

 

Ogni mercenario potrà essere personalizzato, allenato, equipaggiato ed evoluto in totale autonomia. La scelta è ampissima anche se nella closed beta sono un pò decimati i tipi di mercenario implementati. Speriamo che entro la live version possano essere inseriti tutti. Parlando della grafica non si può non notare la suggestività delle ambientazioni e la qualità delle animazioni e dei modelli dei mercenari. Sono veramente ben realizzate ma al contempo riescono a non pesare affatto, rendendo fruibile questo titolo anche ai meno abbienti in termini di potenza di calcolo del proprio computer. Tutto ciò però rimane solo una piccola parte delle novità di Atlantica. Una cosa che balza subito all’occhio è che il gioco è ambientato sulla Terra, quella dove viviamo noi, più o meno… In seguito ad una non ben precisata catastrofe, la parte occidentale del mondo è stata quasi distrutta. Si è salvata la Cina, la Corea e il Sud-est asiatico. Vi capiterà quindi di dover fare delle quest nel Colosseo, nell’ Angkor Wat, nel castello di Dracula o in tanti altri posti appartenenti alla mitologia cinese che a noi risultano ignoti. Inoltre tutti gli npc sono personaggi storici e vi capiterà spesso di dover trainare la vostra skill di shoes da Marco Polo, quella di elmi da Scipione ("dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa"), quella di gun da Gatling o quella per archi da Guglielmo Tell. Inoltre questi npc sono itineranti e sarà una sfida trovarli in giro per il mondo (anche se un comodo npc ci viene in aiuto in cambio di una bella sommetta). Ma veniamo ora al punto attorno a cui ruota tutto il gioco: la gestione dell’economia e delle città. Il crafting, ripreso in maniera quasi integrale da Goonzu anche se ampliato, permea ogni attività di gioco. Per accelerare il crafting potrete guadagnare punti combattendo i mob o altri giocatori. Lo stesso vale per il Guild Crafting, ovvero la possiblità per un capo gilda di commissionare ai propri gildati l’accumulo di "punti lavoro" necessari per completare un crafting. Ogni oggetto di gioco è costruibile dal player (o quasi) e sono presenti circa venti diverse abilità dedicate al crafting, che potranno aumentare non solo con l’esercizio della professione ma anche insegnando ad altri player a craftare. A questo si aggiunge il live market (anch’esso ereditato dal suo predecessore) in cui potrete scambiare in tempo reale materiali ed equipaggiamento, oltre ai classici shop da strada e un’ auction hall. Tutte queste strutture fanno parte dei buildings edificabili in una città. Ogni "town" infatti può essere conquistata da una gilda che potrà costruire, modificare, ampliare e personalizzare a proprio piacimento. Le città sono 58 dislocate in tutte le parti del globo e sono ovviamente le maggiori città del mondo. Per l’Italia abbiamo Milano e Roma,  anche se quest’ ultima, al momento, pare non sia conquistabile poichè è una sorta di "System Town", in cui sono presenti diversi npc unici e tante strutture esclusive necessarie in vari eventi. A tutti questi aspetti si aggiungono ancora decine di altre chicche. Ad esempio la Caccia al Tesoro, decisamente redditizia nelle fasi iniziali del gioco, i tornei giornalieri nelle arene in cui vengono messi in palio ricchi premi, le scommesse nell’arena in cui si può puntare su vari npc che si scontreranno tra loro (mitico è Leonardo che combatte con una tutina d’assedio a vapore che lo rende alto il doppio degli altri personaggi) e tanti altri piccoli dettagli innovativi come l’enchant o i box che danno sempre l’idea di essere in un prodotto nuovo ed innovativo.

 

 

Al momento questo titolo è in closed beta. Non sappiamo se verrà ulteriormente wippato ma molti rumors dicono di no. Non è tuttavia nulla di ufficiale.

Sito ufficiale

Forum di Gamesource

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments