E3 2018: Arca’s Path – Provato

Creato dallo studio Dream Reality Interactive, Arca’s Path è un gioco VR che si distingue dalla massa per la completa assenza di controlli manuali; tutto ciò che serve per giocare è un visore e la vostra testa.

Arca’s Path è una storia con narrazione puramente visuale che combina stile fantascientifico e fiabesco allo stesso tempo. Arca, una ragazzina, trova una maschera magica che la fa entrare all’interno di un mondo astratto, vivace e colorato, ma che al contempo la tiene bloccata al suo interno.

La storia è complementare allo stile grafico a basso numero di poligoni e caratterizzato da elementi ambientali che sembrano origami: ogni volta che la sfera si avvicina a una pianta, un fiore o qualsiasi altro elemento di decoro, questo si dispiega mostrando la sua forma completa.

“Quale sfera?” vi starete chiedendo. Presto detto: eliminato ogni pretesto stilistico e narrativo, Arca’s path è un platform dove si controlla una sfera da guidare attraverso percorsi ad ostacoli sempre più complessi. Puntando lo sguardo sulla direzione desiderata la sfera si inizierà a muovere, ostacolata esclusivamente da ambiente e forza di gravità.


L’idea alla base è molto semplice ma, proprio per questo, accattivante. Poter giocare esclusivamente con lo sguardo rende il gioco utilizzabile su qualsiasi dispositivo VR premium e mobile, ed è naturalmente adeguato anche per gli utenti con ridotta capacità motoria. Il gioco uscirà entro fine 2018 per PlayStation VR, Oculus Rift, Oculus Go, Steam VR e Samsung Gear VR.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments