Exteel – Recensione Exteel

Quanti di voi da bambini hanno desiderato pilotare un gigantesco robot come nei cartoni animati? E quanti avrebbero voluto armarlo fino ai denti e lanciarlo nella mischia? Finalmente questo desiderio può essere realizzato grazie ad Exteel, gioco d’azione online in terza persona con elementi RPG, prodotto da NCSoft, che vede come protagonisti i nostri amati giganti d’acciaio che aspettano solo un volenteroso pilota per scatenare tutta la loro potenza in frenetiche arene all’ultimo bullone…

Piloti in erba

Exteel viene incontro anche ai neofiti degli sparatutto in terza persona offrendo un breve ma esaustivo tutorial, con il quale possiamo imparare i movimenti basilari e l’utilizzo delle armi, divise in categorie: corto, medio, lungo raggio e corpo a corpo. Il movimento si basa sui canonici comandi di ogni TPS (W,A,S,D per il movimento, spazio per il salto ecc.) tranne per l’aggiunta di un booster sulla nostra schiena, che ci permette di muoverci più velocemente o di balzare in alto nel cielo per pochi secondi.
 

Per la modalità di fuoco, il gioco usa un sistema di Autolock (una sorta di mira “passiva”); in pratica, prima di crivellare un nemico di colpi è necessario agganciarlo con il nostro mirino. Dopo aver effettuato l’aggancio tutti i nostri colpi andranno a segno, a patto di seguire il suo movimento durante i colpi successivi. Completato il tutorial (facoltativo ma consigliato), vi ritroverete con qualche spicciolo e una prima fornitura di armi a portata di mano con cui scatenare tutta la vostra furia nelle arene di gioco.

Comincia la battaglia

Anche nelle modalità di gioco possibili, Exteel non si sposta dai canoni del genere: abbiamo infatti il classico Deathmatch (singolo o a squadre), la modalità Conquest, dove l’obiettivo è, guarda caso, quello di conquistare e mantenere determinati punti di controllo sulla mappa, e infine l’immancabile Capture The Flag. Esiste anche la modalità Last Stand, che è una specie di PvE dove 8 piloti cercheranno di difendere la loro base da orde di robot controllati dal computer.
 

Le arene a disposizione non sono molte, e spesso non lasciano molto spazio alla fantasia nella scelta dei percorsi, ma sono comunque ben caratterizzate come ambientazione, anche se qualche dettaglio in più non avrebbe certo guastato.
Macinando arene su arene, il nostro alter ego virtuale acquisterà esperienza, necessaria per avanzare di livello e guadagnare skill point, con i quali potremo aumentare le nostre statistiche per ottenere dei bonus aggiuntivi; anche l’utilizzo continuo delle nostre armi porterà ad un lento ma graduale miglioramento nel loro uso. 

Ad ognuno la sua arma

Lo Store è l’elemento centrale di Exteel. Qui potremo aggiornare il nostro mech con pezzi sempre più potenti o acquistare nuove armi di distruzione di massa, oltre a kit di riparazione, colori per dipingere le varie parti del corpo e abilità speciali con le armi. Queste ultime si distinguono in varie classi: si parte dalla C (la più debole) fino alla S (potenza allo stato puro), e ogni arma ha un suo preciso utilizzo e una sua gittata. Spade, lance e scudi sono utilizzati nel corpo a corpo; pistole e Uzi sono ottime nella breve distanza, grazie ad un alto volume di fuoco che permette un agile combattimento;  i fucili vengono utilizzati per la media distanza e permettono di ottenere un buon rapporto tra danno e cadenza di fuoco.
Infine, abbiamo lanciamissili e cannoni. Questi infliggono danni spaventosi, ma richiedono un’ottima mira e l’assoluta immobilità del robot per fare fuoco; rappresentano inoltre un notevole svantaggio, nel caso in cui il vostro avversario si presenti davanti all’improvviso. Tutte le armi non richiedono munizioni, ma più il vostro dito rimarrà sul grilletto più esse si surriscalderanno, fino ad arrivare ad essere inutilizzabili costringendoci ad attendere il loro raffreddamento prima di fare fuoco nuovamente.

Mech mio quanto mi costi

I vari componenti del vostro robot sono soggetti ad usura e necessitano di riparazioni continue tramite kit di riparazione, armi e componenti di ottima fattura, che hanno un elevato costo di acquisto; per finire, le abilità con le armi hanno una durata massima di 30 giorni. Prima di ottenere un robot ben equipaggiato dovrete scendere in campo centinaia di volte, e le competizioni si faranno mano a mano più elevate; è anche possibile acquistare gli equipaggiamenti con soldi reali (trasformati in NC coins) per usufruire più rapidamente di pezzi altrimenti inaccessibili per mancanza di fondi, ma non è assolutamente obbligatorio e un giocatore paziente potrà farne sicuramente a meno. I prezzi in NC coins sono molto onesti e con pochi spiccioli sarete in grado di costruirvi il mech dei vostri sogni senza troppa fatica. Unica nota negativa di questo item shop è il fatto che tutti gli equipaggiamenti non richiedano alcun livello per essere usati, quindi, ai bassi livelli, ciò comporta un notevole svantaggio verso i player che non fanno uso di NC coins.
 


Colori di Guerra

Il comparto grafico non fa gridare al miracolo. Robot e animazioni sono ben fatti, armi ed effetti dei loro colpi fanno la loro figura, ma i dettagli nel resto del gioco sono un po’ scarni e si poteva fare qualcosa di più. Sul sonoro che accompagnerà le vostre azioni belliche c’è poco da dire: gli effetti delle armi sono ben curati e la musica di sottofondo è adeguata, magari un po’ anonima e ripetitiva a lungo andare.

Commento finale 

Il gioco che abbiamo di fronte, pur non aggiungendo nessuna novità particolare al genere, offre una vasta personalizzazione del nostro alter ego virtuale, cosa che farà sicuramente piacere ai neofiti del genere; inoltre, la grafica dei robot, presa a piene mani dal mondo dei manga, provocherà la gioia degli appassionati. Le battaglie sono coinvolgenti e gli scontri corpo a corpo vi consentiranno di sfogare tutta la vostra rabbia. Se i robot sono la vostra passione avete trovato il gioco che fa per voi!

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments