Wardrome – Recensione Wardrome

Wardrome è il classico browser game che non ti aspetti. Ambientazione spaziale, estrazione di risorse, gestione di pianeti. Sa di già visto? Si e per questo il gioco trae in inganno. Di fatto Wardrome offre una profondità e una complessità di gameplay che raramente han trovato rivali nella storia dei browser game mmorpg/gestionali e sicuramente nessuno così facile da iniziare. Il gioco è realizzato da un team italiano e da anni la versione italiana viene continuamente aggiornata e supportata. Sono comunque previste localizzazioni in tedesco ed inglese.

Pronti al decollo

Wardrome vi metterà al comando di una navicella spaziale con cui potrete affrontare il primo tutorial. Questa fase, fondamentale per evitare i problemi dovuti all’ampiezza dei contenuti, si svolgerà attraverso una serie di 20 mini missioni che vi permetteranno di comprendere i numerosi menu di gioco e le funzioni di alcune strutture presenti di default. Imparerete quindi come acquistare nuove navi, come comandarle, come impossessarvi di un pianeta, di come gestirlo (l’unica cosa che può ricordare un famoso browser game gestionale, ma per fortuna le somiglianze si fermano qui).

Inoltre imparerete come scontrarvi con gli altri giocatori. Avere la meglio negli scontri richiederà molta esperienza e dedizione, essendo le meccaniche che stanno dietro al gioco molto complesse. Non appena avrete finito il tutorial, potrete decidere la carriera che vorrete intraprendere. Ve ne sono a disposizione parecchie: dal pirata all’industriale, dal cacciatore di taglie al minatore. Ognuna di queste classi sbloccherà la possibilità di costruire navi particolari, adatte al rafforzamento degli ambiti tipici di quella classe. Ad esempio scegliendo di fare il Colonizzatore avrete a disposizione navi più capienti per trasportare coloni. Questo aspetto, insieme a tantissimi altri, darà una personalizzazione estrema al vostro stile di gioco, permettendovi di elaborare strategie uniche e complesse, da perfezionare nel corso del gioco.

Tratto tipico del gioco infatti è l’estrema longevità. Una volta superato lo scoglio iniziale, i tempi morti saranno praticamente inesistenti. Prima verrete coinvolti in una pianificazione accurata dei vostri possedimenti (magari con l’aiuto di altri player più esperti) e successivamente in un’espansione/conquista che vi permetterà di prevalere sugli altri giocatori, schiacciando le alleanze rivali e incoronando la vostra come la migliore.

Innovazione e tradizione

Wardrome negli anni ha accumulato sempre più aggiornamenti, sia grafici che contenutistici quindi al momento risulta un prodotto tecnicamente ineccepibile. Bug molto limitati e solitamente irrilevanti, interfaccia pulita e funzionale (impresa difficile dato lo sterminato numero di opzioni disponibili), supporto via forum e un gran numero di piccole chicche che prolungano a dismisura la longevità del titolo. Si parte dai classici clan e classifiche che vi permetteranno di valutare le vostre prestazioni rapportate a quelle degli altri giocatori, fino ad un’ampia sezione di gioco di ruolo e di politica. Vi sono infatti dei canali di chat dedicati interamente al gioco di ruolo, roleblog personali, elezioni, cariche politiche, leggi create dai player, fuorilegge e tanto altro ancora.

Tutte queste componenti (e tutte quelle che non ho elencato per motivi ovvi), unite alla concezione del gioco, ne fanno un vero e proprio Mmorpg Sandbox. La libertà d’azione fa da padrona poichè l’unico limite è la vostra fantasia e i fondi che avete in cassa. Dimenticatevi quindi di giocare solo per far salire la vostra posizione in classifica e farmare neofiti per accumulare risorse. Wardrome crea una vera rete sociale ed economica in grado di competere con i migliori Mmo basati su client.

Come vi sarete già resi conto dalle righe precedenti, al contrario di altri browser game, questo punta ad un’utenza decisamente Hardcore. Ciò non vuol dire che dovrete stare attaccati ore ed ore davanti al monitor per paura di venire attaccati o per pianificare un assalto alle postazioni nemiche. Ad esempio i combattimenti non sono basati su timer o simili. Dipendono unicamente dalla velocità con cui sposterete la vostra flotta da un punto ad un altro. Il fatto che sia orientato agli Hardcore gamer è definito dal fatto che questo gioco non è pensato per i piagnucoloni. Non c’è alcuna forma di garanzia da parte del gioco nel caso si venga sconfitti. Se la vostra flotta verrà sterminata, perderete metà del vostro patrimonio.

Potete anche avere 50000 pianeti (non è un’iperbole, potete davvero avere 50000 pianeti) e miliardi di miliardi di Solari (la valuta del gioco) ma se verrete sconfitti, perderete metà dei vostri incassi. Se questo può scoraggiare l’utenza più inesperta e arrendevole, è manna dal cielo per tutti coloro che cercano un’esperienza di gioco impegnativa e realistica, un pò come EVE Online, idealmente il progenitore di questo titolo che per certi aspetti gli rassomiglia.


Un titolo da giocare

Wardrome è uno di quei titoli che una volta padroneggiato non dà mai la sensazione di essere scontato o frustrante ed ogni soddisfazione che otterrete dal gioco sarà attribuibile alla vostra intelligenza e non al tempo passato a mandare spie sui pianeti avversari. Come già detto il titolo è stato realizzato da un team italiano che dà pieno supporto e al momento sono le stesse persone che distribuiscono il titolo. Il gioco, come la quasi totalità dei browser game, è gratuito con la possibilità di pagare un account premium che migliora l’interfaccia e sblocca alcune possibilità per i player. Il premium non risulta affatto sbilanciante e si adatta bene alle esigenze dei giocatori assidui che possono quindi velocizzare diverse operazioni risparmiando il tempo delle manovre. In definitiva è uno dei titoli più meritevoli del settore, arricchito dal fatto di essere un prodotto made in Italy, con tutti i vantaggi che ciò comporta. Buona navigazione interstellare.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments