ASUS TUF Gaming H5 – Recensione

Asus propone delle cuffie da gaming non esenti da difetti, ma interessanti per giocare e fruire di contenuti multimediali in generale.

Volevate delle cuffie da gaming a prezzo contenuto ma con tutto il potenziale per regalarvi qualche emozione durante le vostre sessioni di gioco? Qualcuno deve aver ascoltato le vostre preghiere, perché  le ASUS TUF Gaming H5 rispondono proprio a questa esigenza.

Insieme a questo headset, della stessa serie, ASUS ci ha dato la possibilità di provare e recensire la tastiera ASUS TUF Gaming K5 e il mouse ASUS TUF Gaming M5. Non perdetevi queste recensioni. Le ASUS TUF Gaming H5 si inseriscono in quel saturo filone degli headset da gioco (competitivo e non) che ultimamente sta esaurendo un po’ la sua linfa vitale. Dopo il surround vituale 5.1 è arrivato il 7.1, ma oltre a vedere un esponenziale aumento dei prezzi non si può dire lo stesso della qualità delle cuffie. Ecco perché oggi, quando si acquista una periferica di questo tipo, sono molti gli aspetti da considerare per fare una buona scelta e le ASUS TUF Gaming H5 si inseriscono in un filone che, tutto sommato, oggi verrebbe definito entry-level. Anche che il prezzo di €85,00 circa – sebbene non possa essere definito certo basso – ormai rappresenta la fascia minima per acquistare delle cuffie spiccatamente dedicate al gaming (sia su PC che PS4) e alla multimedialità in generale.

ASUS TUF Gaming H5

Una costruzione indecifrabile

Le ASUS TUF Gaming H5 sono costruite in modo da essere estremamente leggere nella loro struttura anche se il peso delle cuffie vere e proprie non è affatto indifferente. Il loro aspetto è massiccio, a prima vista rigido ma al tatto estremamente flessibile. Non ci sentiamo di consigliarle per sessioni lunghe, tuttavia: il rivestimento auricolare in quella che sembra proprio essere eco-pelle potrebbe far sudare le orecchie soprattutto durante i mesi più caldi. La vestibilità risulta comunque incredibile e una volta messe sarà come non averle. Il materiale costruttivo è plasticato ma dove queste cuffie sembrano perdere in qualità dei materiali acquistano valore quanto a feeling ed ergonomia. Anche per questo è difficile inquadrarle in una categoria ben precisa.

Multimedialità

Nella vita di tutti i giorni, quella che non passiamo davanti a un videogioco, ci capiterà sicuramente di usare queste cuffie per vedere un film o una serie, un video su YouTube o altro. Ebbene, per quanto riguarda i filmati le ASUS TUF Gaming H5 si comportano discretamente bene offrendo piacevoli sensazioni uditive, ma già qui si presenta uno dei problemi che non ci ha fatto apprezzare queste cuffie appieno: nonostante la qualità dei bassi sia più che discreta (non parliamo comunque di nulla di eccelso) a mancare sono degli alti degni di questo nome. Purtroppo questi ultimi sono mal tarati e fanno risaltare troppo alcuni suoni che si muovono su determinate frequenze. Sebbene questo particolare non si noti nella visione di un film, si nota (eccome!) in gioco.

ASUS TUF Gaming H5

Nel Gaming

Come detto in precedenza ASUS ha voluto dotare queste cuffie di un surround virtuale 7.1 attivabile tramite un piccolo pulsante posto sull’isola lungo il cavo di collegamento USB. Ebbene, il 7.1 fa il suo dovere nonostante la qualità sia leggermente ancora inferiore a cuffie che montano ancora un surround 5.1 (sempre virtuale) ma di fascia più alta. Insomma: non lasciatevi ingannare dal 7.1, un 5.1 ben fatto è comunque superiore. Il problema vero, a causa del quale abbiamo deciso di fare più accorte verifiche, c’è negli fps o, in generale, in tutti quei giochi dove è previsto un uso frequente di armi. In questi casi, quando si spara, notiamo che la frequenza degli alti tende a infastidire l’orecchio e a spiccare rispetto a tutti gli altri suoni.

Non siamo riusciti a capire se fosse un difetto delle cuffie o se fosse voluto (anche se propendiamo per la seconda). In pratica le frequenze degli spari suonano più alte di tutto il resto e a nulla serve abbassare il volume perché si rischia di non sentire più tutti gli altri suoni. Le ASUS TUF Gaming H5 non possiedono nemmeno un equalizzatore proprietario che possa farci cambiare profilo ed evitare questo disturbo e tutto sommato (considerando il prezzo) questo poteva essere inserito nel pacchetto. Non è comunque tutto negativo, anzi: al di là di questa piccola défiance queste cuffie da gaming si comportano bene in ogni altro ambito e probabilmente valgono ogni euro speso per acquistarle, anche considerato il doppio microfono in grado di per bene la nostra voce.

ASUS TUF Gaming H5

E dunque?

Considerando tutto il pacchetto le ASUS TUF Gaming H5 vengono proposte al giusto prezzo: hanno una buona ergonomia, una qualità costruttiva niente male, un surround virtuale di tutto rispetto e un’eclettismo che davvero è il loro valore aggiunto. Peccato solo per quell’equalizzazione “sbagliata”, ma potreste anche non notarlo, dipende da quanto fino e sensibile è il vostro orecchio.

Caricamento in corso...