Inkulinati – Anteprima Early Access

Vai alla scheda di Inkulinati

Inkulinati. Praticamente i Pokemon, ma con conigli assassini, cani scorreggioni, gatti vescovi eretici e altre cosette non meglio definite.

Come vi dicevo qualche tempo fa, in questa stagione videoludica il medioevo va davvero un casino: titoli eccellenti tipo Mount & Blade 2: Bannerlord, vere e proprie perle inestimabili quali Pentiment e ora, in early access, anche Inkulinati.

Inkulinati

Ora, appena la finiamo tutti (io compreso), di ridere come scemi al fin troppo facile umorismo triviale da seconda media sul titolo del gioco, vediamo nel dettaglio cosa i ragazzi di Yaza Games ci propongono con il loro Inkulinati (e basta ridere la in fondo! O vi sbatto fuori!). Come nel recente Pentiment, anche qui la nostra avventura nell’Età di Mezzo ci viene raccontata come se fosse parte di un qualche antico e prezioso codice miniato, pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo.

Inkulinati

Pur avendo due tipi di gameplay molto diversi tra loro, la resa visiva di Inkulinati e Pentiment è praticamente la stessa, con gli elementi di gioco disegnati direttamente sulle pagine bianche o sugli sfondi illustrati, con qualche sporadica apparizione della vera e propria mano dell’artista (noi) che sta miniando il codice.

Se però Pentiment ci fa vedere personaggi, ambienti e paesaggi, i veri protagonisti delle Illustrazioni che accompagnano il testo del codice, Inkulinati ci relega… ai margini! Detto così pare brutto, ma sappiate che i margini degli antichi tomi, così come i capo lettera, erano finemente decorati, spesso con apparentemente improbabili raffigurazioni di animali umanoidi o grotteschi mostriciattoli, pescati direttamente dai bestiari (illustrati) dell’epoca, carichi di significati allegorici.

Inkulinati

Onestamente, non so se le creaturine tutte matte che incontreremo in Inkulinati mantengano anche nel gioco il loro significato nascosto, quello che però è davvero certo è che sono realmente fuori di testa a vedersi! E aspettate di vederle in azione! Ognuna delle varie creature che andranno a comporre il nostro personale bestiario avrà punti di forza e di debolezza, caratteristiche ben precise e abilità uniche da usare in battaglia. Come i Pokemon praticamente, ma con conigli assassini, cani scorreggioni, gatti vescovi eretici e altre cosette non meglio definite. Me Gusta! Noi giocatori interpreteremo uno degli allievi (customizzabili) del Maestro, una saggia (e preoccupante somigliante al Maestro Yoda…) creatura infusa di sapienza sull’uso del Inchiostro Vivo, un magico tipo di pigmento in grado di dare vita ai disegni.

Come dicevamo poco fa, ognuna delle creature che mano a mano impareremo a disegnare verrà da noi usata negli scontri senza quartiere contro altri Mastri Illustratori, risolvibili con un sistema di combattimento che mi ha ricordato molto da vicino quello di Darkest Dungeon, così come anche altre meccaniche riguardanti il nostro personaggio, come la noia ad esempio, e gli spostamenti sulla mappa.

Meccaniche che, per quanto visto da questa versione early access, funzionano molto bene, rendendo il gameplay di Inkulinati chiaro e divertente. Il tutto poi, è impreziosito da una vena di follia e no sense (solo in apparenza) che definisco, senza problemi, assolutamente geniale. Quindi, questo folle Inkulinati si presenta davvero bene. Un gioco intelligente e interessante, che punta molto sulle sue meccaniche e l’atmosfera che si viene a creare in ogni partita.


Provatelo senza indugi dunque, che dal 31 gennaio lo trovate su Nintendo Switch, PC Steam, Mac e Xbox Series X e S. In più è pure sul GamePass, quindi…

Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi mettere le mani su giochi in anteprima, partecipare a eventi esclusivi e scrivere su quello che ti appasiona? Unisciti al nostro staff! Clicca qui e vieni a far parte della nostra squadra!
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments