Pokémon Spada e Scudo – Anteprima

Vai alla scheda di Pokémon Spada e Scudo

Ecco qualche anticipazione sui nuovi starter

27 febbraio 2019. Per alcuni è una data come tutte, per altri è invece il Pokémon Day, anniversario della suddetta saga sempre festeggiata in svariati modi. E quest’anno Nintendo ha deciso di festeggiare alla grande, mandando in onda un cortissimo Pokémon Direct di 7 minuti, ma decisamente gratificante.

È dall’inizio della serie Pokémon su Game Boy, che i fan sognano il momento in cui la saga RPG principale riesca a sbarcare su console casalinga per godersi una grafica HD delle avventure dei Pocket Monsters. Quel momento è giunto: il Direct ha presentato Pokémon Spada e Pokémon Scudo, titoli che introducono l’ottava generazione di mostriciattoli, e che usciranno per Nintendo Switch.

Pokemon Spada Scudo

Di nuovo la scelta più difficile

Ogni volta che esce un nuovo capitolo principale della serie Pokémon, i giocatori vengono distrutti dalla terribile scelta dello Starter. I tre Starter di ottava generazione sono stati presentati durante il Direct, e come di consueto si tratta di tipi Fuoco, Acqua, e Erba. Non ci è ancora dato conoscere il loro tipo una volta raggiunta la loro evoluzione finale, tuttavia possiamo tentare di gettare qualche scommessa in merito.

  • Grookey: la scimmietta d’erba, dà la sensazione di poter diventare un possente gorilla. È molto difficile immaginare qualcosa di diverso da un Erba/Lotta per quanto lo riguarda, e ciò significherebbe un ritorno alla tipologia di Chespin;
  • Scorbunny: la scimmietta di tipo fuoco, sembra essere molto particolare. Quella macchia a forma di cerotto che ha sul naso potrebbe significare un tipo Lotta, tuttavia la tipologia di Pokémon simili visti finora sono spessi risultati in una categoria secondaria di tipo Normale;
  • Sobble: il camaleontino d’acqua, sembra essere molto timido. Lui è il più variegato per quanto riguarda le possibili tipologie della sua evoluzione, ma quelle che ci sembrano più probabili sono Buio, Folletto, o Terra.

Tutti e tre gli Starter sono veramente belli e ben disegnati. Visti nella loro interezza appaiono molto semplici e rotondi, similarmente a quelli delle prime generazioni, tuttavia andando ad analizzarli sono pieni di particolari che li rendono unici. Come design sono probabilmente i migliori starter da molti anni a questa parte.

Pokemon Spada Scudo

God save the Queen

Ogni gioco della saga principale Pokémon è ambientato in una nuova regione, sempre ispirata in qualche modo a un luogo del mondo reale. La nuovissima regione, chiamata Galar, sembra essere una sorta di Regno Unito durante la rivoluzione industriale. Piena di architettura vittoriana e con una struttura che assomiglia al Big Ben, Galar ha ambientazioni estremamente variegate, da pianure brulle a campi innevati.

La particolarità è che questa regione è piena di industrie che vengono portate avanti dal lavoro congiunto di umani e Pokémon, il che lascia presupporre una storyline piuttosto interessante riguardante il lavoro e la collaborazione. Il fatto che la nuova regione potesse essere ispirata al Regno Unito girava già in rete da moltissimo tempo come rumor, difatti nell’ultimo periodo erano saltati fuori i nomi di Pokémon King e Pokémon Queen, nomi che però poi non hanno trovato conferma.

Pokemon Spada Scudo

Si torna al tradizionale

Graficamente il titolo ha fatto ovviamente enormi passi avanti rispetto all’ultima generazione di Sole e Luna, d’altra parte la saga è finalmente approdata su console casalinga. C’è da dire che probabilmente Let’s Go Pikachu! e Let’s Go Eevee! hanno funzionato come prototipi per questi nuovi giochi, ma rispetto a essi il gameplay torna a un approccio più tradizionale, con incontri casuali nell’erba alta e battaglie normali contro i Pokémon selvatici.

Anche in termini di attività extra-storia le cose sembrano essere state studiate a puntino: nel trailer vediamo il nostro personaggio entrare in una sorta di stadio, vestito con abiti simili a quelli di una squadra calcistica. Si tratterà di mini giochi o di un grosso aumento di importante per le modalità competitive?


Pokémon Spada e Pokémon Scudo si preannunciano essere veramente due titoli imperdibili, e gli stessi produttori nel Direct hanno affermato che stanno lavorando per far sì che siano i più grandi giochi Pokémon di sempre. Per il momento non sappiamo molto a parte gli starter e l’ambientazione, ma attendiamo con ansia nuove informazioni per discuterle insieme a tutti voi.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments