Wizard with a Gun RECENSIONE | Magie, proiettili e crafting

Recensito su PlayStation 5

Wizard with a Gun RECENSIONE

Dopo aver provato l’ultima follia pubblicata da Devolver Digital e sviluppata da Galvanic Games, sono pronto a parlarvi di Wizard with a Gun RECENSIONE di un titolo indie sandbox con meccaniche di crafting e di sopravvivenza con la possibilità di giocare in cooperativa con un altro giocatore.

C’è da dire che Devolver ha sempre pubblicato idee originali, divertenti e talvolta fuori dagli schemi. Con Wizard with a Gun ci troviamo di fronte a un gioco molto più classico, sia nel gameplay che nel genere, ma attenzione, questo non significa che sia un titolo banale.

Wizard with a Gun richiederà molto tempo prima di essere padroneggiato e allo stesso tempo apprezzato. Un gioco che definirei impegnativo e da quello che ho potuto sperimentare in prima persona, è un titolo pensato più per la cooperativa che per i giocatori solitari.

Lo scoglio più grande è stato capire il funzionamento delle meccaniche di gioco. Il giocatore si ritrova catapultato in un mondo misterioso dove l’unico scopo è sopravvivere, ma senza fornirci alcuna indicazione chiara. Siamo noi che, esplorando la mappa, riusciamo a capire quello che dobbiamo fare e come avanzare all’area successiva.

5 Minuti alla fine del mondo

Dopo esserci risvegliati in un mondo prossimo al decadimento, il nostro Mago Pistolero dovrà impedirne il collasso definitivo verso l’oblio. Sfruttando una macchina del tempo all’interno della Torre, uno spazio ultraterreno che funge da safe zone nel gioco, ci verrà richiesto di tornare indietro nel passato ancora e ancora, con lo scopo di impedire l’avvenuta dell’Apocalisse.

Una volta attivata la macchina del tempo, abbiamo a disposizione solamente cinque minuti per impedire al Caos di inghiottire il mondo. In questo lasso di tempo molto risicato, dobbiamo esplorare la mappa alla ricerca degli ingranaggi da inserire nella macchina del tempo e che ci permetteranno di tornare sempre più indietro nel tempo.

Muoversi in questo spazio con mappe procedurali non è un’impresa facile. Le varie zone sono disseminate da nemici sempre più difficili da battere e l’unico modo per farlo è raccogliere i materiali durante le fasi esplorative per creare dei banchi di lavoro all’interno della Torre, dove possiamo potenziare i nostri proiettili e crearne di nuovi di elementi diversi.

Wizard with a Gun RECENSIONE - Caos
Quando il timer scende a zero, il cielo si tinge di rosa e il Caos inizia la sua distruzione

Terminato il tempo di cinque minuti a noi concessi, il mondo diventa puro Caos. Mostri orribili sbucano da ogni dove, il terreno sotto i nostri piedi inizia a crollare sotto una pioggia di melma rosa e l’unica cosa che possiamo fare è tornare alla Torre per potenziarci e riutilizzare nuovamente la macchina del tempo resettando il timer.

Tuttavia abbiamo anche la possibilità di aumentare il tempo a nostro disposizione, superando anche i cinque minuti disponibili. Per farlo dobbiamo distruggere dei portali del Caos che si vengono a creare nella mappa in maniera casuale.

Proiettili e magie per combinazioni devastanti

Per quanto surreale sembri all’inizio, inizierete a capirne il funzionamento a piccole dosi, gestendo meglio il vostro tempo a disposizione e muovendovi con certa parsimonia. Sfortunatamente le mappe create proceduralmente non sempre funzionano, lasciandovi magari con zone separate tra loro da spazi vuoti raggiungibili solo attraverso un particolare strumento in grado di costruire il terreno grazie alle pietre raccolte, occupando degli slot nel nostro inventario.

L’Apocalisse rimane sicuramente la meccanica più peculiare del gioco, ma dietro a Wizard with a Gun c’è un mondo da scoprire, a partire dalla Torre/Hub. Come dicevamo prima, questa area ospita la macchina del tempo ma ci da anche la possibilità di creare la nostra magia sottoforma di proiettili. Ci sono diversi tipi di armi ma a fare la differenza sono proprio i proiettili magici.

Ogni arma dispone di due tasti per sparare e siamo liberi di assegnare ad ogni comando la tipologia di proiettile che vogliamo utilizzare, creando anche delle combinazioni elementali che aumentano il danno e che possono infliggere degli status ai nemici.

Wizard with a Gun RECENSIONE - Creazione Proiettili
Potenziare i proiettili è fondamentale in Wizard with a Gun!

Facendo degli esempi, possiamo combinare i proiettili infuocati con dei proiettili combustibili creando delle esplosioni, oppure possiamo utilizzare dei proiettili di ghiaccio contro dei nemici bagnati in modo da congelarli. E man mano che proseguiremo nella storia, sbloccheremo nuove zone, dandoci la possibilità di trovare nuovi materiali per creare altrettanti proiettili potenziati.

Le zone sono tutte le collegate da un’unica mappa, ma si differenziano tra loro per via delle condizioni climatiche. I nemici che incontreremo durante la nostra avventura cambiano anche in base alla zona. Parliamo di una longevità molto elevata, grazie anche alla componente co-op online.

In coop il divertimento è garantito

Iniziamo con il dire che ci sono due modi di giocare Wizard with a Gun: in solitaria o in co-op. Ve lo posso assicurare, in co-op il gioco cambia totalmente, come è normale e giusto che sia.

Il crafting e la raccolta dei materiali sono alla base del gioco, quindi, avere un po’ di compagnia mentre buttiamo giù alberi a suon di pugni per raccogliere la legna, non è una cattiva idea. In solitaria Wizard with a Gun perde moltissimo a mio avviso, specialmente perché la raccolta dei materiali è molto ripetitiva.

Per il genere d’appartenenza è normale trovare un gameplay ripetitivo ma in Wizard with a Gun questa ripetitività si inizia a percepire fin dalle prime partite. In questi casi avere un amico con cui provare il gioco potrebbe impedire a quella sensazione di nascere prima del previsto.

Parlando sempre di Coop, non è disponibile al momento una cooperativa a schermo condiviso, ma solo online dove è possibile creare una partita o partecipare a quella di altri giocatori.

Wizard with a Gun RECENSIONE - Zone
Diverse aree di gioco da esplorare

Stilisticamente divino ma con qualche problema di ottimizzazione

Non possiamo non parlare del grande lavoro fatto sul lato artistico. Il colpo d’occhio è assolutamente stupefacente, un prodotto curato nel design sia per il nostro protagonista sia per i nemici, tutti diversi e con un moveset unico.

Le mappe anche sono ben realizzate, seppur con qualche limite a causa della visuale isometrica del gioco. Capiterà spesso di rimanere incastrati tra due rocce o tra gli alberi mentre i nemici ci bombarderanno con sfere di energia in grado di distruggere il terreno sotto i nostri piedi. Presente anche il ciclo giorno e notte ma che non va ad influenza il gameplay.

Nonostante sembri un prodotto leggero, la versione PlayStation 5 presenta spesso cali di framerate in diverse occasioni, ma non sembrano essere legati al numero di nemici su schermo. Mi è capitato di imbattermi in questi cali anche mentre mi spostavo normalmente sulla mappa, al contrario quando c’erano dieci nemici su schermo, nemmeno un calo.

Fortunatamente parliamo di casi isolati e non constanti, ma che ci tenevo a precisare. Non ho provato le altre versioni, quella per Xbox Series X e PC, pertanto, non so se questo problema sia solamente sulla versione PlayStation 5.

Wizard with a Gun RECENSIONE | Verdetto finale

Anche presentando uno stile artistico molto ricercato e un gameplay a tratti fresco, rimane il problema della ripetitività costante che si presenta fin dalle prime battute. L’idea di base non è male ma il timer può risultare tedioso in alcune occasioni, specialmente in una mappa procedurale.

Sparare creando combinazioni di proiettili rimane divertente, ma si tratta di una fase avanzata del gioco. All’inizio non avremo i mezzi per giocare come vorremmo e ripetere i cinque minuti più volte avanzando a piccoli passi può portare alla noia molto presto.

Wizard with a Gun RECENSIONE – Un titolo adatto a breve sessioni, ma in questo modo avanzerete molto a rilento, tanto da abbandonare presto il gioco. Avere un amico in questo caso è essenziale, ma di questi tempi comprare un gioco a scatola chiusa non è molto semplice. Consigliato con riserva solamente a chi piace il genere e a chi ha la possibilità di giocare in coop.

[Se Wizard With a Gun RECENSIONE ti ha convinto, al seguente link trovi il gioco ad un prezzo scontato]

6.5
Un discreto sandbox da giocare in compagnia

Pro

  • Graficamente curato
  • Combinare i proiettili per ottenere diverse combinazioni è stimolante
  • La co-op è una salvezza...

Contro

  • Superare le prime ore di gioco è dura
  • Raggiunge picchi di difficoltà molto alti
  • ...ma resta ripetitivo, specialmente in solitaria
  • Qualche calo di frame rate ingiustificato
Vai alla scheda di Wizard with a Gun
Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi mettere le mani su giochi in anteprima, partecipare a eventi esclusivi e scrivere su quello che ti appassiona? Unisciti al nostro staff! Clicca qui per venire a far parte della nostra squadra!

Potrebbe interessarti anche

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments