Ray Tracing e DLSS finalmente alla prova

Dopo ormai due mesi dall’uscita sul mercato delle nuove schede video nvidia, Geforce RTX 2080Ti e Geforce RTX 2080, finalmente possiamo provare con mano le nuove tecnologie introdotte con questa nuova seria dalla casa di Santa Clara. Stiamo parlando degli effetti Ray Tracing in tempo reale e nuova tecnologia di antialiasing denominata DLSS. Per chi non sapesse cosa è il Ray Tracing consiglio la lettura del seguente articolo.

NVIDIA RTX 2080

Con l’ultimo aggiornamento di Battlefield V, DICE ha introdotto il supporto al calcolo del ray tracing in tempo reale, rendendo lo sparatutto di casa EA il primo titolo a sfruttare questa nuova tecnologia in ambito consumer.

Ray Tracing e DLSS finalmente alla prova

Parallelamente Square Enix ha da poco aggiornato il benchmark di Final Fantasy XV Windows Edition aggiungendo il supporto a DLSS e offrendoci un anticipo di quello che è in grado di fare questo nuovo antialiasing. Per usufruire di tutto ciò bisognerà aggiornare la nostra versione di Windows alla release 1809, perché al suo interno vi è un aggiornamento delle API DirectX denominato DirectX Raytracin (DXR).

Il sistema con cui abbiamo testato i due titoli è munito di una CPU Intel Core i7 8700k con frequenza di 5.0 Ghz, due Nvidia RTX 2080Ti, di cui solo una abilitata in fase di test e a frequenza stock, 32 GB di Ram DDR4 da 3200 Mhz.

Battlefield V

Iniziamo subito con Battlefield V. I test sono stati eseguiti con risoluzione 2160p, 1440p, 1080p e infine abbiamo utilizzato un monitor 32:9, Samsung CHG 90 per la precisione, con risoluzione 3840×1080. Abbiamo provato tutti e quattro i livelli di DXR disponibili su la modalità Operazioni su vasta scala con 64 giocatori.

DXR ULTRA
DXR ALTO
DXR MEDIO
DXR BASSO
DXR OFF
1080p
Min 48

AVG 66

Max 96
Min 50

AVG 76

Max 102
Min 53

AVG 90

Max 145
Min 89

AVG 109

Max 146
Min 139

AVG 166

Max 200
1440p
Min 41

AVG 56

Max 89
Min 43

AVG 58

Max 94
Min 51

AVG 69

Max 110
Min 52

AVG 79

Max 92
Min 85

AVG 122

Max 174
2160p
Min 34

AVG 44

Max 63
Min 37

AVG 46

Max 74
Min 37

AVG 50

Max 82
Min 36

AVG 59

Max 84
Min 68

AVG 83

Max 109
3840 x 1080
Min 45

AVG 61

Max 110
Min 50

AVG 70

Max 107
Min 50

AVG 72

Max 93
Min 53

AVG 75

Max 102
Min 93

AVG 117

Max 149

Come possiamo vedere sin da subito, una volta attivato il DXR con impostazioni a ultra, l’impatto sulle prestazioni è notevole, quasi da non garantire i 60 FPS costanti in risoluzione Full HD, ma ci garantisce la migliore resa visiva degli effetti Ray Tracing. Abbassando il dettaglio la situazione migliore a favore di una fluidità maggiore, tant’è di raggiungere quasi i 60 fotogrammi per secondo in 4K con impostazione basse. In tutte le situazione però non abbiamo un framerate costante, infatti a seconda delle situazioni, dai personaggi in gioco e dal numero di esplosioni su schermo, avremo degli evidenti cali di FPS davvero fastidiosi.

Nelle immagine a seguire possiamo vedere gli effetti del Ray Tracing durante le fasi di gioco. Possiamo notare come le fiamme illuminano l’area e tutti gli oggetti circostanti e come i raggi solari si riflettono nelle pozzanghere e nelle superfici d’acqua, riflettendo il paesaggio circostante. Ray Tracing e DLSS finalmente alla prova

Come detto poco fa, l’altro titolo in cui possiamo provare le nuove tecnologie introdotte da Nvidia, e più precisamente l’antialiasing, è il benchmark di Final Fantasy XV Windows Edition.

Il quindicesimo capito di questa saga intramontabile, a livello tecnico, è uno dei migliori open world su PC ma cotanta meraviglia grafica costa tanto in termini di FPS, specialmente se teniamo ogni opzione attiva. Nonostante l’enorme potenza della nuova portabandiera di Nvidia anche questa risulta inadeguata per cercare di raggiungere i famigerati 60 FPS in 4k.

Ray Tracing e DLSS finalmente alla prova

Nvidia insieme a Square Enix hanno collaborato attivamente per portare su Final Fantasy XV il nuovo DLSS. Per provarlo nel benchmark da poco aggiornato, dobbiamo obbligatoriamente impostare la risoluzione 3840 x 2106.

Abbiamo effettuato i test prima senza DLSS e poi con, e i risultati sono stati davvero strabilianti. Con l’opzione disattiva abbiamo totalizzato 46 FPS medi, 28 minimi e 63 massimi, un risultato che può far storcere il naso a molti. Con il DLSS abilitato invece la situazione migliora notevolmente e abbiamo totalizzato una media di 62 FPS, 44 medi e 83 massimi. L’impatto visivo rimane pressoché invariato, ma in termini di fluidità abilitando il nuovo antialiasing di Nvidia abbiamo un enorme miglioramento, ben 16 FPS in più, cosa non da poco e che ci porta ad avere finalmente i tanto ambiti 60 FPS.

Ray Tracing e DLSS finalmente alla prova

Gli effetti introdotti da Nvidia con questa nuova generazione di schede video rappresentano un notevole passo in avanti a livello grafico, portandoci sempre di più verso il foto realismo. Gli effetti Ray Tracing ci hanno davvero convinto e donano un realismo che prima d’ora non si era mai visto. Però tutto ciò costa molto in termini di prestazioni, infatti su Battlefield V con DXR impostato su ultra avremo una diminuzione notevole di FPS, tant’è che per avere i 60 fotogrammi costanti dobbiamo giocare a risoluzione Full HD.

Tutti questi effetti per quanto belli siano, difficilmente ci cattureranno durante le fasi di gioco, specialmente in un titolo incentrato nel multiplayer come Battlefield V, dove la fluidità di gioco è una delle componenti chiave. Sicuramente troverà molto più senso avere gli effetti DXR in un titolo come Shadow of the Tomb Raider.

Ray Tracing e DLSS finalmente alla prova

L’antialiasing DLSS è sicuramente la tecnologia più interessante e che sicuramente andrà a braccetto con gli effetti Ray Tracing in modo da avere prestazioni più elevate. Mantenendo la stessa qualità grafica, DLSS su Final Fantasy XV Windows Edition ci ha fatto guadagnare ben 16 FPS a risoluzione 4K garantendoci i 60 fotogrammi per secondo.

Caricamento in corso...