NZXT H510i – Recensione

NZXT H510i è un case mid tower da gaming caratterizzato da ottimi materiali, costo contenuto, presenza di LED RGB e possibilità di installare la propria GPU in verticale.

NZXT con la sua nuova serie di case per PC da gaming, ha presentato due nuovi nuovi modelli, ovvero H510i e H510 Elite. Entrambi sono due chassis con linee molto pulite e sobrie ma che al tempo stesso riescono a donare un senso di eleganza unico, senza sfociare nel pacchiano. I due case, entrambi mid tower, sono praticamente identici tra di loro, vi è un solo fattore che li rende diversi. H510i ha il frontale e il top interamente formato da lamiera, mentre H510 Elite ha solo il top in lamiera mentre il frontale è in vetro temperato.

Oggi siamo qui a parlarvi di H510i, case destinato a tutti quei giocatori che vogliono un case elegante, di qualità e che non costi cifre folli.

Lo chassis presenta un look minimale, ma al contempo accattivante, ed è in grado di rendere la nostra build unica ed elegante al tempo stesso. Il case è costituito interamente in lamiera di acciaio galvanizzato di tipo SGCC, tranne per la paratia laterale sinistra, quella è in vetro temperato, caratteristica fondamentale al giorno d’oggi per definire un case un prodotto da gang. La paratia è leggermente fumé nero, permettendo così un’ottima visuale dell’hardware interno.

NZXT H510i

L’acciaio di cui è costituito è molto leggero, ma al tempo stesso estremamente robusto e rigido. Le dimensioni sono contenute, in modo da poter infilare la nostra buia anche nei posti più stretti come il salotto, senza occupare troppo spazio. NZXT H510i misura solo 210 millimetri in larghezza, 460 in altezza e 428 in profondità con un peso complessivo di 6,8 kg.

NZXT H510i

Il nostro salpe inviatici da NZXT è di colore completamente nero, vi è però anche una variante bianca.

La parte frontale è molto lineare e non troviamo niente, fatta eccezione per il logo dell’azienda posto in basso al centro. Il top del case è altrettanto lineare e sobrio. Qua trovano posto il pulsante di accensione, circondato dal led di stato, una porta USB 3.0 di tipo A, una porta USB 3.1 di tipo C e un jack da 3,5 mm a 4 poli per collegare la combo cuffie e microfono.

NZXT H510i

Sempre sul top troviamo la griglia di ventilazione per l’unica ventola installabile.

NZXT H510i

Sulla parte posteriore troviamo lo spazio dedicato alle porte I/O della scheda madre che andremo ad installare, l’ingresso per l’alimentatore di dimensioni ATX, sette slot di espansione PCI Express e la griglia di aerazione per la ventola posteriore. Su NZXT H510i abbiamo la possibilità di installare la nostra scheda video anche in verticale, manca però il riser PCI Express, ma è una cosa del tutto compressibile visto il costo esiguo del case.

NZXT H510i

Come detto prima, nonostante NZXT H510i sia un case entry level, ma nonostante ciò la paratia di sinistra è formata da un pannello in vetro temperato. Il vetro non corre lungo tutta l’altezza del case, ma si ferma all’inizio del copri PSU, questo perché la copertura è parte integrante della struttura e, oltre ad essere fissato al tray della scheda madre, è fissato anche nella parte inferiore, frontale e posteriore del case, in modo da renderlo ancora più rigido e robusto.

NZXT H510i

Rimuovere il vetro temperato è estremamente semplice e il meccanismo è il medesimo di NZXT H500. Basterà svitare la vite posta nella parte posteriore del case e poi tirarlo verso sé.

NZXT H510i

La paratia di destra è in acciaio e presenta una piccola griglia di aerazione dove le ventole frontali pescheranno l’aria da immettere all’interno del case. Il meccanismo di rimozione è identico a quanto scritto prima e quindi uguale a quello di NZXT H500.

NZXT H510i

Come abbiamo visto già sul modello più economico, anche NZXT H510i è in grado di ospitare delle schede madri con formato massimo ATXOvviamente potremmo installare schede madri con dimensioni più piccole come Micro ATX e Mini ITX, ma dovremo spostare prima i distanziali presenti all’interno del case in modo da evitare cortocircuiti vari.

NZXT H510i

Al suo interno NZXT H510i è in grado di ospitare schede grafiche con lunghezza massima di 381 millimetri e dissipatori ad aria per la propria CPU con un’altezza massima di 165 millimetri.

Come su NZXT H500, anche qua al posto di trovare i gommini passacavi, troveremo invece una canalina rialzata di colore nero, come il resto del case, la cui funzione è quella di nascondere i cavi che faremo passare dalla parte posteriore. In questa canalina troveremo inoltre inciso il logo di NZXT e una striscia LED RGB che si collegherà alla centralina presente nel retro, controllabile tramite NZXT Cam. Troviamo anche un’altra striscia LED RGB sulla parte interna del top del case.

NZXT H510i

All’interno troviamo installate due ventole proprietarie, sprovviste di illuminazione RGB. Sono le Aer F120, ventole da 120 millimetri pensate e studiate appositamente per lo spostamento d’aria all’interno del case. Hanno un regime di rotazione che varia dai 200 RPM fino ad arrivare ai 1200 RPM, generando un rumore massimo di 28 dBA. Come per le strisce LED, anche le ventole si collegheranno alla centralina presente all’interno.

NZXT H510i

Sarà possibile installare sul frontale del case un massimo di due ventole da 120 o 140 millimetri, mentre per i radiatori possiamo inserirci uno da 240 o 280 millimetri con uno spessore massimo di 60. Siccome la parte frontale del case non è rimovibile, l’azienda ha ideato una slitta, facilmente estraibile, che ci semplificherà il montaggio delle ventole o del radiatore.

NZXT H510i

Sul top di NZXT H510i invece sarà possibile installare solo una ventola da 120 o 140 millimetri, mentre non saremo in grado di installarci un radiatore perché esso andrebbe in collisione con la scheda madre. Sul posteriore del case invece è possibile installare una ventola e un radiatore da 120 o 140 millimetri con uno spessore massimo di 60 millimetri, anche se così facendo andremo a coprire parte della scheda madre. Sotto il copri PSU inoltre sarà possibile installare una pompa qualora optassimo per un sistema a liquido personalizzato.

NZXT H510i

Il copri PSU, come anche su NZXT H500, è parte integrante della struttura del case e, oltre a coprire l’alimentatore, donerà maggiore robustezza al Case. Nella parte rivolta verso l’interno del case troviamo una griglia forata a forma di nido d’ape, questo per garantire una maggiora areazione al nostro alimentatore. Sarà possibile installare qualsiasi tipo di alimentatore, anche quelli di dimensioni generose, con estrema facilità.

NZXT H510i

Il PSU ha a disposizione un filtro anti polvere posizionato sotto il case, in modo da prevenire l’infiltrazione di polvere e mantenere l’alimentatore il più pulito possibile. Vicino ad esso troviamo una gabbia per Hard Disk da 3,5 pollici, facilmente rimovibile mediante l’utilizzo di quattro viti e al posto suo potremo installarci una pompa per il raffreddamento a liquido personalizzato.

NZXT H510i

Il retro di un case è la parte più oscura di ogni bulid, infatti li andremo a posizionare tutti i cavi necessari per il corretto funzionamento del nostro PC. Lo spazio a disposizione per il cable management è sufficiente e avremo uno spazio che varia tra i 19 e 23 millimetri.

Nonostante questo NZXT è un’azienda molto attenta al dettaglio dei suoi prodotti e in questo caso riesce a distinguersi egregiamente dalla massa. Sul retro troviamo delle canaline, posizionate in maniera strategica e che rappresentano un percorso obbligato per i nostri cavi, soprattutto per quelli più spessi come il 24 Pin di alimentazione della scheda madre o l’8 Pin di alimentazione della scheda video.

NZXT H510i

Questa scelta ci aiuterà notevolmente a sistemare al meglio la cavetteria e ci permetterà di eseguire un lavoro ancora più pulito e preciso. Sul retro sono presenti anche due gabbie, facilmente rimovibili, per installare due SSD o HDD da 2,5 pollici.

NZXT H510i

Infine troviamo la centralina citata qualche riga più in su. Essa si interfaccerà direttamente con il nostro PC mediante un header USB 2.0. Qua possiamo collegarci fino a due connettori LED, come ventole o strisce lede, e possiamo collegare fino ad un massimo di tre ventole con connettore 4 Pin PWM. NZXT sconsiglia caldamente di collegare il connettore delle pompe degli All In One, perché richiedono troppo assorbimento di corrente.

NZXT H510i

Su NZXT H510i abbiamo costruito una build top di gamma, in grado di gestire in maniera fluida tutti i titoli odierni alla risoluzione WQHD. Abbiamo utilizzato il seguente hardware:

  • ASUS ROG Crosshair VIII Hero;
  • AMD Ryzen 9 3900X;
  • Asus Radeon RX 5700XT;
  • 32 GB Kingston HyperX Predator @3200 MHz;
  •  NZXT Karekn X52;
  • NZXT E850.

L’installazione e il montaggio di tutti i componenti all’interno di NZXT H510i è stato estremamente facile e rapido. L’installazione del dissipatore All In One è stata estremamente rapida, sia grazie all’ampia finestra presente sul tray della motherboard qualora dovessimo applicare un sistema di aggancio differente, sia per via della piastra di fissaggio delle ventole completamente rimovibile.

NZXT H510i

Nonostante NZXT H10i sia un case quasi completamente chiuso, vi è infatti solo una piccola griglia per l’immissione dell’aria nel frontale, lo chassis riesce a garantire delle temperature di esercizio ottime. Il nostro AMD Ryzen 3900X, nonostante sia una CPU da ben 12 Core e 24 Thread, in full load riesce a mantenere una temperatura massima di 67 gradi. La scheda video invece durante le fasi di gioco riesce a mantenere una temperatura di 73 gradi, questo per via del dissipatore di tipo reference e quindi mono ventola.

NZXT H510i


NZXT H510i si tratta sostanzialmente della versione più costosa di NZXT H500. Il case è praticamente identico in tutto per tutto, sia dalla struttura e dalla composizione dei materiali. Lo spazio all’interno è praticamente lo stesso. Il prezzo più elevato è giustificato da alcune migliorie che lo rendono maggiormente appetibile rispetto al suo fratello. Su NZXT H510i abbiamo la possibilità di installare la nostra scheda video in verticale, a patto di comprare il riser PCI Express. All’interno del case sono disponibili due strisce LED RGB che doneranno un look più aggressivo al nostro PC e troviamo un controller per collegare le ventole e i LED in modo da gestirli direttamente dal software proprietario NZXT Cam. Anche qua abbiamo la paratia di sinistra in vetro temperato, impreziosita dalla presenza delle strisce a LED.

Se siete alla ricerca di un case da gaming elegante, non basilare e che include al suo interno delle strisce LED con relativo controller, non potete di certo farvi sfuggire NZXT H510i. Potete acquistarlo al prezzo di circa 110€.

Caricamento in corso...