Demon Slayer: The Hinokami Chronicles – Anteprima

Abbiamo passato qualche ora con Demon Slayer: The Hinokami Chronicles, titolo dedicato all'anime Shonen Jump molto reminiscente della serie Storm.

Quando si parla di adattamenti videoludici di serie anime o manga, la mente va a pensare a due eventuali risultati: l’ottima serie Storm di Naruto o (quasi) tutti gli altri prodotti tra il mediocre e l’aborrente.  Demon Slayer: The Hinokami Chronicles è un titolo che vuole fortemente atterrare nella prima categoria. Con il team di sviluppo CyberConnect 2, autori dei giochi Storm, e una più che leggera ispirazione verso i giochi di Naruto, questo adattamento ha fatto subito ben sperare. Abbiamo potuto finalmente provarlo per qualche ora… e le nostre impressioni sono talmente in linea con l’aspettativa dal renderci quasi preoccupati.

Demon Slayer: The Hinokami Chronicles

Demon Slayer: The Hinokami Chronicles è un picchiaduro arena come tanti altri che lo hanno preceduto. Tuttavia sin dall’avvio è palese quale sia il punto forte del gioco, tanto che gli sviluppatori obbligheranno il giocatore ad assistere almeno a una parte di questa sezione. Si tratta ovviamente della campagna, chiamata “Storia dell’Hinokami”. Avviando il software siamo stati subito messi nel bel mezzo di uno scontro tra Tanjiro e Sabito, il quale funge da tutorial. Si nota immediatamente come tante risorse siano state riservate per le cutscene e come sia stato messo molto impegno nel rielaborare la narrativa di Demon Slayer per adattarla ad un contesto videoludico.

Fino ad ora questo, assieme a una sorprendentemente solida colonna sonora, è il punto che più ci ha convinto di Demon Slayer: The Hinokami Chronicles. La campagna sembra molto valida e curata, esattamente in linea con ciò che gli Ultimate Ninja Storm avevano consolidato tramite l’adattamento di Naruto. Tuttavia è proprio da questo argomento che ci ricolleghiamo a ciò che invece ci ha più interdetto di queste prime ore di gioco.

Demon Slayer: The Hinokami Chronicles

Demon Slayer: The Hinokami Chronicles vuole palesemente essere il nuovo Ultimate Ninja Storm; e su questo non ci troviamo nulla di male. Tuttavia forse vuole esserlo un po’ troppo. Ogni menù, elementi dell’UI o suono di sistema è ricollegabile al precedenti titoli CyberConnect2. Si vede un palese riciclo di asset e tale riciclo si riflette anche nel sistema di combattimento. Gli scontri sono dei 2vs2, nei quali sarà possibile scambiare personaggio o usare il secondo come “assist” per allungare combo o aprire la difesa avversaria. Con il tasto quadrato si useranno gli attacchi leggeri, con triangolo quelli pesanti, con cerchio una schivata ed uno scatto verso il nemico e con X si potrà saltare. Usando L2 i personaggi potranno entrare in una specie di stato di “risveglio”, mentre con R2 potranno usare delle mosse finali dal danno altissimo.

Demon Slayer: The Hinokami Chronicles

I tasti sono mischiati, alcune meccaniche secondarie sono state leggermente modificate, ma il sistema di gioco è veramente identico agli Ultimate Ninja Storm. Il che, non è un male, troviamo molto più fastidioso il riciclo di asset e suoni di sistema rispetto all’utilizzo di un combat system simile. Tuttavia è impossibile togliersi la sensazione di vaga delusione nel trovarsi davanti un prodotto che non sembra avere una propria identità. L’impressione è che CyberConnect2 abbia preso gli Storm, cambiato i personaggi e deciso che era abbastanza lavoro per la giornata. Se a tutto questo sommiamo il fatto che Demon Slayer non ha ancora adattato ad anime i suoi momenti più densi di azione, non possiamo che essere un po’ preoccupati per la qualità dei contenuti che ci verranno proposti.

Demon Slayer: The Hinokami Chronicles

Anche il motore grafico è lo stesso a cui siamo abituati, tuttavia sull’estetica c’è stato un impegno molto maggiore rispetto al resto. Il gioco cattura bene l’atmosfera e i design di Demon Slayer, con animazioni molto spettacolari ad elevare personaggi che sono stati un po’ ignorati dall’anime, come Urokodaki o Makomo.


Demon Slayer – The Hinokami Chronicles sembra essenzialmente un more of the same spudorato degli Ultimate Ninja Storm, ma su base differente. Questo è al contempo una buona notizia, in quanto prende e ripropone una base solida, ma anche un po’ deludente dato che il gioco sembra tarato ancora sul brand di Naruto piuttosto che Demon Slayer. Fortunatamente ciò che CyberConnect2 ha sempre fatto bene, spettacolo visivo e modalità campagna coinvolgente, sembra essere presente. Torneremo a parlarvi delle avventure di Tanjro con la recensione in un prossimo futuro, per ora possiamo consigliare il gioco senza troppi problemi, a patto di essere fan della serie che adatta o dei Ninja Storm. Tuttavia, in quest’ultimo caso, preparatevi ad un more of the same veramente spudorato.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments