Rain World

Rain World – Recensione

Direttamente sviluppato da Videocult e pubblicato da Adult Swim Game, poco tempo fa è finalmente uscito Rain World un platform in 2D che, a differenza dei suoi fratelli, offre una componente survival che nessuno si sarebbe aspettato.

Rain World

La storia di Rain World viene raccontata nell’introduzione dove vengono mostrate delle deliziose immagini del nostro Slugcut (una specie di furetto bianco coccolosissimo) che, a causa di una terribile pioggia torrenziale, viene separato dalla propria famiglia. Il nostro protagonista è ancora un cucciolo, ma fortunatamente è in grado di procurarsi del cibo e di arrampicarsi in giro per i livelli di Rain World.

Sembra ovvio a questo punto l’obbiettivo del nostro Slugcut: essendo stato trascinato via dalla pioggia deve raggiungere e ricongiungersi con la propria famiglia affrontando svariati ostacoli ambientali e i pericoli a loro annessi. A questo proposito la totale assenza di dialoghi rende difficile capire volta per volta quale sia la direzione giusta da seguire. Per quel che riguarda i comandi invece, del tutto singolari, essi si baseranno quasi solo esclusivamente sulla raccolta di cibo e il movimento. Più avanti nel gioco sarà anche disponibile una mozza d’attacco per uccidere i nemici.

Rain World

Il cibo risulta essenziale al fine del completamento del gioco infatti  la componente survival consiste sia nel mangiare abbastanza sia nel riuscire a sopravvivere giorno per giorno di modo che ogni qual volta che ci si sottoporrà a un’ibernazione, si possano sbloccare nuove aree di gioco e quindi proseguire la propria avventura.

A questo proposito il gioco potrebbe risultare stressante e non adatto a tutti perché alle volte, per passare all’area successiva, si avrà bisogno di più sessioni di caccia e ibernazione e se si dovesse morire si salterebbe alla sessione successiva. Insomma una vera e propria prova di pazienza. In aggiunta c’è da dire che morire è veramente facile: i predatori che si incontreranno saranno capaci di uccidere il nostro protagonista con un colpo solo e  la pioggia torrenziale che giunge in maniera randomica è un altro presagio di morte certa.

Rain World

Se da un lato il gameplay potrebbe risultare noioso e ripetitivo, dall’altro non c’è alcun dubbio che sotto il punto di vista stilistico sia stato fatto un ottimo lavoro. Non solo per il design delle ambientazioni che risulta ben curato e affascinante, ma anche per quanto riguarda i nemici che, generati in maniera casuale, mantengono sempre un certo stile accattivante e sono sempre diversi. Anche per quanto riguarda le animazioni non ci sono lamentele, anzi, esse appaiono fluide e belle da vedere così come la miriade di ambientazioni di cui il gioco è fornito.

Insomma, Rain World non è un gioco adatto a tutti, noi lo consiglieremmo soltanto per i veri appassionati sia di survival che di platform. Ci vuole molta pazienza per giocarci e a una persona non adatta potrebbe stufare subito. Dall’altra parte il comparto tecnico è curatissimo e su questo non c’è assolutamente niente da dire, di certo sul lato del gameplay ci sarebbero tante modifiche da apportare, più che altro per rendere il gioco apprezzabile da una fetta di utenza maggiore.

6.5

Pro

  • Ottimo Design
  • Belle Animazioni
  • Ambientazioni curate

Contro

  • Gameplay noioso
  • Assenza di dialoghi
  • Comandi alle volte scomodi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments