Diablo II: Resurrected – Il Paladino

Vai alla scheda di Diablo II: Resurrected

Il titolo Blizzard torna con forza sulle console dei gamers. Ecco qualche suggerimento per uno speedfarm con il Paladino.

Diablo II: Resurrected di Blizzard offre una vasta scelta di personaggi con cui giocare. A nostro avviso per cominciare il Paladino è una delle classi top da prediligere: se ben sviluppato offre una potenza di attacco notevole e un valore di difesa alto sia per sé stesso che per i suoi compagni. Come accennato nella nostra guida a i principianti, però, distribuire fin da subito i punti abilità in maniera corretta è essenziale per cui non abbiate fretta e seguite la nostra guida sul Paladino in Diablo II: Resurrected.

Diablo II: Resurrected

Essendo Diablo II: Resurrected la rimasterizzazione di un gioco di oltre 20 anni fa alcune di queste informazioni sono già state rese note e la build che vi proponiamo è chiamata Hammerdin. Ogni guida presuppone inoltre che abbiate almeno un centinaio di punti da distribuire e che abbiate già un equipaggiamento degno di nota. Potrete comunque seguire l’esempio riportato in rapporto ai punti abilità disponibili.

Cominciamo:

  • 1 punto ove necessario a sbloccare le abilità successive
  • 20 punti in Vigore come unica abilità difensiva
  • 20 punti nella Mira Benedetta come abilità offensiva
  • 20 punti in Concentrazione come abilità offensiva
  • 20 punti in Martello benedetto come attacco attivo
  • 20 punti in Scudo Sacro come difesa attiva

Ora ragioniamo sulle statistiche: usate punti in Forza in base all’equipaggiamento usato e cercate di ottimizzare le proprietà dell’arma in favore delle abilità scelte. Naturalmente la stessa cosa vale per il resto dell’equipaggiamento, di conseguenza regolate anche i punti in Destrezza, possibilmente fino al raggiungere il 75% di probabilità di parare con lo scudo. Spendete serenamente il resto dei punti in vitalità.

Diablo II: Resurrected

Se rinvenite parti di una build come questa massimizzerete gli attacchi:

  • Armatura: Armature a placche dell’enigma
  • Cintura: Fascia dell’aracnide
  • Elmo: Cresta di Arlecchino
  • Amuleto: Caleidoscopio di Mara
  • Guanti: Guanti del mago
  • Scudo: Araldo di Zakarum o Scudo spirituale
  • Stivali: Stivali da trekking della tempesta di Sabbia
  • Anello: Spirale ossea

Questa build del Paladino in Diablo II: Resurrected usa martello benedetto per far danni e scudo sacro per difesa, il tutto coadiuvato da concentrazione. Spostatevi nella mischia, lanciate martelli come se piovessero e spostatevi al volo. Correrete dei rischi, ma visti i risultati devastanti ne varrà la pena. Non a caso è una delle build preferite dai gamers di mezzo mondo.

Diablo II: Resurrected

Ricordate infine un piccolo utile trucco: siccome nel primo accampamento esiste la possibilità di riassegnare i punti, giocate come volete o come potete, raggiungete il livello 100 e poi riassegnate tutto seguendo la nostra guida. Continuate a seguirci per altre guide su Diablo II: Resurrected


Altri trucchi Diablo II: Resurrected

Diablo II: Resurrected – Come uccidere Diablo

Altri trucchi Diablo II: Resurrected

Diablo II: Resurrected – Come uccidere Mephisto

Altri trucchi Diablo II: Resurrected

Diablo II: Resurrected – Come uccidere Andariel

Altri trucchi Diablo II: Resurrected

Diablo II: Resurrected – Come uccidere Duriel

Altri trucchi Diablo II: Resurrected

Diablo II: Resurrected – Guida al Negromante

Altri trucchi Diablo II: Resurrected

Diablo II: Resurrected – Guida ai principianti

Altri trucchi Diablo II: Resurrected

Diablo II: Resurrected – Lista trofei