Lies of P | Come battere Victor il Campione

Victor il Campione è l'ennesimo boss a doppia fase di Lies of P. Fortunatamente è anche uno tra i più facili da battere.

Entrata in scena di Victor il Campione

Continuiamo il viaggio tra i boss di Lies of P con il nemico che ci accoglierà alla fine della Grande Esposizione della Galleria di Krat: Victor il Campione. Si tratta di un nuovo boss a due fasi, simile a Romeo, Re dei Burattini o Andreus, Arcivescovo Caduto. Nonostante le similitudini, il combattimento è più semplice di questi altri.

Innanzitutto un paio di consigli che torneranno utili per tutta la battaglia: resta costantemente alla sinistra di Victor per schivare buona parte dei suoi attacchi (Victor è, a proposito, un boss dove è consigliato approcciarsi schivando piuttosto che parando); si tratta anche di un nemico piuttosto veloce, per cui il secondo consiglio è di affrontarlo con armi rapide.

Come battere Victor Il Campione in Lies of P: prima fase

Victor è un wrestler, il suo moveset è quindi piuttosto vario ma anche prevedibile considerando che le sue mosse sono esattamente ciò che ci si aspetta da un nemico simile.  Tuttavia ci sono un paio di caratteristiche particolari che possono prendere in contropiede.

La mobilità del boss non è altissima durante la prima fase, detto ciò è sconsigliabile combatterlo a distanza. Da lontano ti lancerà oggetti che possono infliggere danni molto alti. Non correrà quasi mai verso di te, si muoverà invece con una lenta camminata. Puoi tentare un approccio ranged, ma il mio consiglio è di conservare gli oggetti da lancio per la seconda fase.

La strategia principale in questa fase è quindi stargli sotto e a sinistra, come detto prima. Attaccherà principalmente con il braccio destro: attendi di vedere la sua mossa, schivala e contrattacca con uno, massimo due colpi in base alla velocità della tua arma.

I tre attacchi furia danno ottime aperture ed è consigliabile pararli anche grazie alla loro lunga finestra d’attacco. Si tratta di un colpo con entrambi i pugni verso il terreno, un doppio calcio volante e un normalissimo gancio con la mano sinistra (facile da riconoscere in quanto normalmente il nemico colpisce con l’arto opposto).

Stai invece attento alla sua combo, che inizia nel momento in cui alza il pugno al cielo e urla. Non parare, con i tempismi di Lies of P e i danni alti di Victor il Campione, il gioco non vale la candela. Invece scappa non appena vedi alzare il pugno. Non preoccuparti di perdere un’ccasione: dopo questa mossa il boss offrirà la miglior apertura di tutto il combattimento per danneggiarlo.

Battere Victor il Campione Lies of P

Come battere Victor Il Campione in Lies of P: seconda fase

La seconda fase di Victor il Campione è riassumibile con “prima fase + 1”. Il boss è un po’ più veloce, fa più danno e ogni sua mossa ha un attacco aggiuntivo rispetto alla sua iterazione precedente. La cosa più pericolosa è affidarsi alla memoria muscolare: questo boss punisce molto questo atteggiamento.

Victor il Campione è uno dei nemici più stravaganti di Lies of P ma la sua battaglia è sorprendentemente metodica. Mantieni la calma e non farti fregare dagli attacchi aggiuntivi della seconda fase: meglio perdere una finestra di danno che morire.

L’attacco più pericoloso è quello con cui inizia la fase due. Si tratta della carica che già faceva in fase 1, stavolta però ci allega un montante. La farà tre volte di seguito e il tempismo dell’attacco aggiuntivo rende questa mossa particolarmente complessa da parryare.

Per gestirla al meglio è consigliato schivare nella direzione opposta alla spalla con cui Victor caricherà. Continua a evitare finché il boss si stancherà e senza preoccuparti di stargli addosso per il danno.

Altro cambio ingannevole riguarda la combo che parte quando alza il pugno. Il colpo aggiuntivo ha un lunghissimo delay rispetto a quelli prima, fatto apposta per fregare chi pensa di poter approfittare della finestra di danno. L’apertura c’è ancora, solo che è ritardata dalla nuova mossa.

Per il resto la battaglia è essenzialmente una continuazione della prima fase. Le build agili potranno approfittare di molte, piccole finestre, mentre quelle pesanti devono sfruttare al meglio le finestre successive alla combo a sei colpi e al pugno verso il terreno (che ora ha un follow-up, quindi presta attenzione a non infierire presto).

Consigli vari

La battaglia contro Victor il Campione in Lies of P è una di quelle boss-fight dove si nota un netto vantaggio nell’affrontare il gioco con build veloci. Personaggi basati sulla Forza Motrice sono estremamente svantaggiati: Victor ha molta vita ma anche tantissima stabilità, quindi non c’è vero motivo per utilizzare armi pesanti.

Se sei bloccato con una build molto lenta, utilizza il cubo dei desideri con la gemma che sposta l’aggro sullo Spettro. Poi cerca di approfittare della cosa per infliggere più danni possibili finché l’alleato rimane in vita. Con armi come lo Spadone dell’Arca è possibile tritare Victor il Campione in tempi record, purtroppo però c’è dell’RNG coinvolto.

Per finire la seconda fase è consigliabile tenere da parte degli oggetti da tiro. Per questo sconsiglio di utilizzarli ad inizio battaglia, dove è invece meglio approfittare delle maggiori aperture e della presenza di un alleato per attaccare da vicino Victor il Campione.

Vai alla scheda di Lies of P
Altri trucchi Lies of P

GUIDA COMPLETA a LIES OF P

Ti è piaciuto quello che hai letto? Vuoi mettere le mani su giochi in anteprima, partecipare a eventi esclusivi e scrivere su quello che ti appassiona? Unisciti al nostro staff! Clicca qui per venire a far parte della nostra squadra!

Potrebbe interessarti anche

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments